#Plastica Verso il voto in Plenaria

3Shares

Il gruppo Verdi/Alleanza libera europea chiede di mantenere un’azione ambiziosa contro l’inquinamento da materie plastiche

Mercoledì prossimo, il Parlamento europeo voterà il mandato per le consultazioni a tre (il trilogo, ormai lo conoscete) sulla cosiddetta direttiva sulla plastica monouso. Dopo il positivissimo voto di un paio di settimane fa in Commissione Ambiente, che ha adottato il progetto di relazione a stragrande maggioranza, è tempo di passare al vaglio dell’Aula Plenaria di Strasburgo. Il progetto di relazione ha ampiamente mantenuto il livello di ambizione della Commissione e ha persino aggiunto diversi elementi e materiali da vietare o ridurre.

Punti salienti:

La Commissione ha presentato la sua proposta in maggio, proponendo di vietare alcuni articoli in plastica monouso come cannucce, piatti, posate e bastoncini per palloncini. Ha inoltre introdotto un’estesa responsabilità del produttore in materia di contenitori per alimenti, prodotti del tabacco, salviette umidificate e palloncini. Inoltre, ha proposto un obiettivo di raccolta del 90 per cento per le bottiglie per bevande.

Mentre la proposta è sorprendentemente ambiziosa, considerando la riluttanza a riconoscere l’inquinamento da plastica come un problema grave, la commissione per l’ambiente ha convenuto sulla necessità di limitare un maggior numero di prodotti. A seguito degli emendamenti dei Verdi, il progetto di relazione ENVI suggerisce di vietare qualsiasi prodotto realizzato con la pericolosa plastica oxo-degradabile. L’oxo-plastica è spesso commercializzata in modo aggressivo come biodegradabile, ma in realtà si frammenta e si trasforma in microplastica. Inoltre, vieta i sacchetti di plastica [tranne quando sono necessari per motivi igienici o per avvolgere prodotti alimentari sfusi umidi] e i contenitori per alimenti e bevande in polistirolo espanso, nonché l’obbligo del 35% di contenuto riciclato di bottiglie per bevande nel 2025.

Questa ambiziosa relazione è stata adottata da una maggioranza di 51 membri della commissione ENVI di tutti gli otto gruppi politici.

 Voto in plenaria

L’Europa ha bisogno di una legislazione forte per combattere l’inquinamento da materie plastiche. Mentre questo è chiaro a quasi tutti i membri di ENVI, una forte resistenza a una soluzione sostenibile è stata evidente in altre commissioni. E’ imperativo che il Parlamento europeo mostri ambizione in modo che i prodotti in plastica monouso diventino qualcosa che appartiene al passato. I cittadini europei non possono aspettare che l’industria si renda conto che il pesante inquinamento da materie plastiche negli oceani (anche se un’interlocuzione con le grande aziende è, come dico sempre, essenziale per incidere velocemente), nel suolo e nella catena alimentare rappresenta una grave minaccia per tutti. I cittadini chiedono di agire subito e noi ci impegneremo per dar loro voce.

3Shares

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*