#Terremoto – La vita 2 anni dopo il sisma ce la racconta Alessandra

74Shares

di Alessandra Antonini*

Due anni dal sisma e nulla è cambiato.

Il 24 ottobre 2016 siamo stati catapultati in un incubo che ci ha portato a fare 6 traslochi e a cambiare ogni volta modo di vivere. Poi, finalmente, quel 6 maggio 2018 arriva il momento della consegna delle chiavi di una SAE (soluzione abitativa di emergenza), una ventata d’aria buona che doveva portare quel minimo di tranquillità che aspettavamo da tanto tempo. 

La realtà però non è stata così: quel 6 maggio è infatti iniziato per noi uno snervante susseguirsi di problemi che non ci aspettavamo certo da quello sperato ritorno alla normalità.

Dal bagno otturato al boiler rotto, dal rubinetto che perde alla doccia fredda per mesi, dai riscaldamenti mal funzionanti al campanello che suonava da solo per ore… Per arrivare ad oggi e scoprire che i pannelli con cui sono stati montati i soffitti delle SAE risultano marci e frollati. Perché? Perché sono stati montati quando erano ancora bagnati e con un rivestimento di cartongesso inadeguato, in quanto impediva ai pannelli di asciugarsi attraverso l’evaporazione.
(l’articolo continua sotto le foto)

materiale assorbente uscito dal tetto
il tetto, dopo che i pannelli sono venuti giù perché marciti
materiale marcito venuto giù dalle SAE

Sono circa 50 le SAE che hanno riscontrato questo problema tra le due aree le rote e Cesare Battisti 2 (dove addirittura sono entrati lo scorso 29 luglio). E dire che, lo sappiamo, il costo al metro quadro di una SAE è addirittura superiore al valore di mercato di una casa normale nella zona, in condizioni di pre-sisma.

Cosa aspettarsi dal futuro? Non lo sappiamo, ma ora viviamo con la paura del prossimo disagio che potrà essere quello della resistenza delle casette “provvisorie” a quantità modeste di neve, che pure sono frequenti nelle nostre zone.

*Residente a Visso

Quando a febbraio ho visitato la zona del sisma molte casette dovevano ancora arrivare…
74Shares

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*