#DIRITTIDEICONSUMATORI – La Commissione sdogana la Class Action

0Shares
Noi del gruppo Verdi/ALE nel Parlamento Europeo accogliamo con favore le nuove proposte atte a dare ai consumatori il diritto di avviare azioni giudiziarie collettive, una richiesta a lungo avanzata dal gruppo. La Commissione europea ha oggi presentato tali proposte come parte del “New Deal”, o “Nuovo Accordo”, per i consumatori. Le proposte, se attuate, darebbero alle associazioni dei consumatori la possibilità di presentare la questione in tribunale, qualora fossero violati i diritti dei consumatori, per ottenere sia un’ingiunzione contro l’infrazione protratta, sia un’adeguata compensazione.
Il gruppo Verdi/ALE vorrebbe che il campo d’azione della normativa venisse ampliato in modo tale che l’azione giudiziaria collettiva non venga limitata al rapporto tra l’acquirente e il venditore, e che sia resa possibile nell’eventualità di danni alla salute o all’ambiente, o anche di violazione dei diritti dei lavoratori.
Ecco cosa dice la collega Julia Reda, che si occupa proprio dei diritti dei consumatori:
Dobbiamo colmare il divario presente nella normativa sulla tutela dei consumatori. Dopo il Dieselgate, ed il recente scandalo dell’uso improprio di dati personali da parte di Facebook, c’è urgente bisogno che ai consumatori venga dato il diritto di lavorare assieme per affrontare frodi e pratiche scorrette. La Commissione europea sta mostrando la strada da prendere, e adesso i leader dei paesi UE devono mostrare lo stesso impegno nel proteggere i diritti dei cittadini. 
L’azione giudiziaria collettiva non dovrebbe essere limitata alle dispute tra consumatori. Laddove un’impresa ha causato dei danni alla salute di qualcuno o all’ambiente, i diritti di quella persona ne verranno lesi, a prescindere dal fatto se abbia acquistato prodotti di questa compagnia o meno. I cittadini dovrebbero avere il diritto di chiedere il risarcimento dei danni per il danno inflitto ai beni comuni o per violazione ai diritti dei lavoratori”.
0Shares

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*