Inceneritore di Firenze: Galletti fuorilegge!

Purtroppo eravamo stati facili profeti quando lo scorso 23 febbraio dicemmo che l’inceneritore di Firenze non era affatto sepolto, come invece alcune forze politiche avevano strumentalmente cercato di dare ad intendere. Noi su Case Passerini stiamo pressando la Commissione (http://www.marcoaffronte.it/2017/02/23/inceneritore-di-firenze-non-ancora-sepolto/) e purtroppo ci è chiaro che il progetto non sia finito (anche se non si sente troppo bene…). In ogni caso le dichiarazioni in aula di oggi del ‘così detto Ministro dell’Ambiente’ Galletti sono però completamente irresponsabili. Galletti vuole far credere che lo stop imposto dal TAR lo scorso novembre sia poco meno di un cavillo burocratico, ma non è così. Eppure, colui che dovrebbe insegnare a rispettare la magistratura e la divisione dei poteri dello Stato si arroga il diritto di affermare che visto che l’inceneritore può rientrare, col famigerato articolo 35 dello Sblocca Italia, fra quelli della Rete Strategica Nazionale si farà comunque! Il piano è campato in aria su numeri ridicoli, che non tengono in alcun modo in considerazione il fatto che nel tempo di realizzazione degli impianti, la nostra quota di rifiuti da incenerire dovrebbe calare sensibilmente, rendendoli assolutamente inutili (http://www.marcoaffronte.it/2016/10/07/pronti-8-nuovi-inceneritori-vogliono-avvelenarci-tutti/). Ma, si sa, dietro questi impianti ci sono le prebende delle multiutility e dei costruttori, non certo l’interesse degli italiani.

 

* il “dead or alive” nel manifesto è puramente decorativo. Nessuno vuole fare alcun male al Ministro Galletti o deve ritenersi autorizzato a farlo.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*