Il Consiglio blocca il File Dati Pesca!

6Shares

Vi dovevo un aggiornamento sul file della Raccolta Dati di Pesca, di cui sono relatore. Purtroppo il dossier è incagliato per un conflitto fra Parlamento e Consiglio riguardante gli atti delegati/di esecuzione, che non ha nulla a che fare con la sostanza vera e propria del documento, e che sta bloccando anche altri file.

Come vi avevo anticipato, la questione è questa:

Nella proposta è previsto che la Commissione debba preparare il piano pluriennale della raccolta dati, da cui dipende tutto il resto. Ora, il Consiglio vuole che l’atto sia scritto come un Atto di Esecuzione (Implementing Act) e che quindi diventi subito esecutivo nelle sue declinazioni locali senza ulteriori passaggi. Il Parlamento Europeo vuole invece essere ulteriormente coinvolto, preferendo quindi la soluzione dell’Atto Delegato, che prevede appunto che l’organo elettivo europeo possa opporsi o meno, al piano pluriennale.

Si tratta di un braccio di ferro che risale al Trattato di Lisbona, nel quale il processo decisionale è stato rivisto dando maggior peso al Parlamento. Ovvero, il Consiglio è riluttante ad accettare le nuove competenze del PE che – non scordiamolo – è però l’unico organo europeo direttamente eletto dai cittadini. Dopo sei anni di co-decisione il Consiglio cerca, un report dopo l’altro, di limitarne i diritti acquisiti. E’ un problema che si trascina, quindi, quasi in ogni dossier.

6Shares

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*