Discariche: Galletti ha bisogno del pallottoliere

0Shares

Il “Ministro” dell’Ambiente Gian Luca Galletti, che già non ha competenze ambientali per occuparsi del suo Ministero, certo farebbe fatica a trovare posto al Ministero delle Finanze. Pare infatti che coi numeri non abbia molta dimestichezza.

Come sappiamo l’Italia è da tempo in infrazione europea per via delle molte discariche abusive sparse sul territorio. Nonostante anni e anni di “avvertimenti”, il nostro Paese s’è fatto pescare in infrazione per 198 discariche. Con sentenza del dicembre 2014 la UE ci ha condannato a pagare 42,8 milioni di euro all’anno. Nel frattempo qualche discarica abusiva è stata chiusa (ma qualcun’altra è venuta alla luce) e l’Italia deve ancora bonificare la bellezza di 155 discariche.

Nel marzo del 2016 Galletti, rispondendo ad un question time alla Camera, ha promesso che avrebbe stanziato 290 milioni di euro per le bonifiche (http://www.quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/art/territorio-e-sicurezza/2016-03-08/rifiuti-necessari-290-milioni-euro-archiviare-155-discariche-abusive-italia–124334.php?uuid=ABzB4cAB&refresh_ce=1), somma necessaria secondo i piani regionali. Purtroppo quei soldi non pare siano stati spesi.

Siamo ancora in attesa che venga pubblica la lista delle discariche abusive aggiornata a luglio 2016 (l’aggiornamento è semestrale), ma siamo certi che non ci sarà un grosso miglioramento. Lo sa anche il “Ministro”, che ieri ha ripromesso, sempre in un question time alla Camera:

Abbiamo adottato un Piano straordinario di bonifica su 45 discariche in attuazione della legge di stabilità 2014: con le risorse disponibili sono stati immediatamente finanziati interventi per oltre 68 milioni. Con questi soldi potremmo mettere in sicurezza 29 discariche in Abruzzo, Puglia, Sicilia e Veneto“.

E le altre 126 discariche?
E i 290 milioni, che fine anno fatto?

Galletti farebbe meglio a promettere di meno e a fare di più. Anche perché intanto il tassametro europeo corre a 40 milioni all’anno di multe.

0Shares

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*