Approvato il nostro rapporto, fondamenta delle buone politiche

0Shares
Ce l’abbiamo fatta!
Oggi in Commissione Pesca il rapporto sui Dati di Pesca di cui sono relatore (Quadro dell’Unione per la raccolta, la gestione e l’uso di dati nel settore della pesca e un sostegno alla consulenza scientifica relativa alla politica comune della pesca – http://www.marcoaffronte.it/2015/09/22/la-mia-prima-volta/) è stato approvato con 21 voti favorevoli, nessun contrario e 2 astenuti.
E’ una grande soddisfazione, che viene dopo sette mesi di lavoro e che anticipa la fase di negoziazione con Commissione Europea e Consiglio d’Europa e il voto nell’Aula di Strasburgo che lo avallerà definitivamente.
Si tratta di un rapporto-base, uno di quei rapporti dai quali tanti altri dipendono. Per quale motivo? Perché solo dalla raccolta, precisa e puntuale, dei dati sulla pesca e sulle reali condizioni del nostro mare possiamo arrivare a politiche sensate ed efficaci. Fino ad oggi, invece, il Parlamento Europeo e la Commissione hanno legiferato sulla scorta di una procedura pre-esistente, che però non garantiva un flusso numerico adeguato agli scopi costringendo “la politica” ad operare in presenza di dati parziali, a macchia di leopardo, non confrontabili e non rilevati in maniera omogenea.
Quindi d’ora in avanti, quando affronteremo i piani di pesca per le varie zone marine europee, lo potremo fare con maggiore cognizione di causa.
Dall’approvazione definitiva di questo rapporto, quindi, la comunità scientifica potrà aiutarci – grazie a dati omogenei, confrontabili e rilevati con continuità e rigore – con consulenze solide sulle quali costruire le nostre politiche.
IMG_20160419_120329 IMG_20160419_120324
0Shares

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*