Unioni Civili, il PD cerca di scaricare il suo fallimento

0Shares

Anche noi auguriamo buona vita a Karl e Carlo, ma per davvero, non come ha fatto il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Nell’Italia governata dal PD di Renzi, che per stare su ha bisogno della stampella NCD e del soccorso di Verdini, purtroppo Karl e Carlo non hanno ancora diritti. E’ un peccato che il PD voglia ancora una volta attribuire al M5S un insuccesso che è tutto suo: perché non riesce a tenere compatto il partito? Perché non riesce a garantire i propri voti di maggioranza? Perché ha paura dei voti segreti? Questa è una grande domanda: sul Disegno di Legge Cirinnà il Movimento 5 Stelle non ha paura dei voti segreti, è pronto a respingere in forze tutti gli emendamenti, e ad approvare la legge così com’è. Il PD, invece, sa di non avere i voti. Sa che perderebbe la sua parte cattodem e il suo prezioso timoniere Alfano. Il canguro per noi era invotabile: lo abbiamo sempre criticato perché impedisce il dibattito parlamentare. Per quale motivo avremmo dovuto votarlo se non ce n’era bisogno? Sono rimasti solo poche centinaia di emendamenti! Avremmo dovuto calpestare la democrazia parlamentare per le divisioni interne del PD? Per salvare il PD da se stesso? Quello stesso PD che ha rifiutato la nostra proposta di lavorare anche di sabato e domenica, per riuscire a votare in pochi giorni tutti gli emendamenti? Nossignore. Ci dispiace per Karl e Carlo, ma nell’Italia del PD i diritti civili vengono dati o tolti in base al pallottoliere col quale si contano i numeri di una maggioranza impresentabile. Avremmo creduto all’autenticità dell’augurio del Sindaco, se non l’avesse usato per polemizzare contro le altre forze politiche. La nostra volontà è nei nostri voti, se la studi se vuol parlare di fatti.

 

https://www.facebook.com/nicola.morra.63/videos/538931356274938/

0Shares

1 Comment Posted

  1. Non ho ricevuto auguri da parte vostra lo scorso 13 maggio. È un pò tardi fargli adesso. Non fare i vostri giochi utlizzando mio nome! Karl De Groof

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*