Tonni e delfini accusati di uccidere il pesce azzurro

Dichiarazioni autolesionistiche

0Shares

PESCA
Affronte: “Da Cevoli dichiarazioni di puro autolesionismo”
“Il pesce azzurro manca per colpa dei delfini? Assurdo”

“Quando leggo dichiarazioni come quelle che vengono dal Presidente della Cooperativa dei Lavoratori del Mare Gian Carlo Cevoli, che accusa tonni e delfini di essere la causa della scarsità di pesce azzurro in Adriatico, rimango basito” – dice Marco Affronte, biologo marino riminese recentemente eletto Parlamentare Europeo per il Movimento 5 Stelle – “Nelle prime settimane di mandato ho incontrato e discusso a lungo con i pescatori di Rimini, di Cesenatico, di Pesaro, di Bellaria. Ho ascoltato i loro problemi e insieme stiamo cercando delle soluzioni. Pur essendo io di estrazione ambientalista, capisco perfettamente che il pesce sia una risorsa, e che la pesca abbia un ruolo economico importante che si traduce in lavoro per migliaia di famiglie. La settimana prossima ad esempio” – spiega Affronte – ” presenterò un’interrogazione alla Commissione Europea derivata dal confronto con i vongolari, anche loro in profonda crisi. Purtroppo riuscire a lavorare seriamente quando si leggono parole avventate come queste è difficile, mettono tutti in difficoltà. Lo dico, in primo luogo, per gli stessi pescatori che – dando la colpa a tonni e delfini – si mettono da soli dalla parte dei cattivi. Credo invece che sarebbe più opportuno, anziché continuare a cercare capri espiatori, assumersi le proprie responsabilità e ripartire capendo quali siano stati gli errori gravi, nella gestione del mare, commessi proprio dai pescatori. D’altronde tonni, delfini e pesce azzurro hanno convissuto in perfetto equilibrio nel Mediterraneo per milioni di anni. Comunque il lavoro in Commissione Pesca, della quale faccio parte” – conclude Affronte – “continuerà intenso e serrato e il nostro obiettivo sarà quello di far convivere, in maniera equilibrata e sostenibile, il lavoro dei pescatori con la vita in mare.”

0Shares

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*